Case di Riposo ed RSA

Geriatriiko - Case di Riposo - Servizi Sanitari - Mobilità - Blog Anziani

Home Blog Aziende Accedi

Arrivo del freddo invernale: niente colori tristi per l'abbigliamento degli anziani

Scritto da
Arrivo del freddo invernale: niente colori tristi Arrivo del freddo invernale: niente colori tristi

Nascondersi dietro a colori tristi e cupi non è la miglior soluzione per affrontare l’arrivo del freddo inverno: soprattutto per i più anziani.

Con l’avvicinarsi della stagione fredda, si va in contro a giornate sempre più corte e con meno ore di luce, di conseguenza l’atmosfera risulta più spenta e arrivare a fine giornata risulta più faticoso del solito.

Con questo articolo mi rivolgo in particolare alle persone più anziane: pensionati, nonni o semplicemente signore e signori maturi, ai quali le giornate sembrano essere infinite, monotone e noiose: - Avete mai pensato come il vostro modo di vestire possa influire sul vostro stato fisico e mentale? – Scommetto che la maggior parte di voi predilige toni scuri e scale cromatiche come i grigi, il seppia e i blu. Questo elemento comune è dettato dal ‘‘non voler apparire’’ estrosi e stravaganti agli occhi delle generazioni più giovani. In realtà i colori più accesi non sono necessariamente indice di vanità; di certo indossare abiti colorati renderà più difficile passare inosservati, ma allo stesso tempo determinerà un atteggiamento più deciso e un temperamento più positivo.

Infatti degli studi psicologici condotti sulla cromoterapia e l’effetto del colore sulla mente umana, dimostrano come esso può evocare determinate sensazioni e influire sullo stato d’animo dell’individuo.

In poche parole ogni colore è legato a una particolare area del cervello che scatena sensazioni psichiche immediate, note come ‘‘emozioni’’. Le emozioni vengono generate da stimoli interni ed esterni, e volente o nolente, l’aspetto visivo gioca un ruolo fondamentale nel meccanismo di percezione e recezione del colore, e il conseguente scatenarsi di felicità, rabbia, turbamento, commozione, trepidazione e così via.

Ecco quindi 3 esempi di alcuni dei capi immancabili nel guardaroba invernale delle generazioni over 60.

1 – Il maglioncino o dolcevita blu elettrico

Il  maglioncino o il dolcevita blu elettrico si può spaziare tra diversi tessuti come ad esempio il cachemire per l’uomo o la lana per la donna. Un capo in voga negli ultimi due inverni poiché è facilmente abbinabile con pantaloni o gonne dai colori basici come il bianco o il nero, e indossabile al di sopra di una camicia a colletto che vada a contrastare lo stacco con l’incarnato del viso.

maglione.jpg

A livello psicologico il blu è associato alla tranquillità, alla riservatezza e all’eleganza. Secondo la Psicologia del Colore, questa tinta comunica un senso di pace ed armonia, ed è tipicamente amata dalle persone meditative e prive di tensioni. Ma se presa sui toni più accesi come il blu elettrico, conferisce quel tocco di energia efficace per affrontare la più gelida delle giornate.

A primo impatto può sembrare un capo d’abbigliamento tipico delle generazioni più giovani, ma se si impara a giocare con le forme e i tessuti, ha il potenziale per poter ridare vita all’immagine di una persona più anziana.

D’altr’accanto chi l’ha detto cosa ci si può permettere o non permettere di indossare dopo una certa età? Di certo parlando di moda, non mi voglio soffermare nel fare discorsi moralistici, poiché entrerei in territorio non di mia competenza e al di fuori del tema dell’articolo: ma di certo non c’è bisogno di seguire un determinato dress code per risultare più ‘‘giusti o sbagliati’’. Ovviamente un consiglio che vi posso dare, è andare a giocare sulle lunghezze, senza andare ad eccedere nel corto, ma comunque, come dice il nostro caro Giorgio Armani, rimane il fatto che ‘‘la moda è libertà’’, e sta ad ognuno di noi fare di questa libertà un vantaggio.

2 - La giacca smoking o il blazer di velluto

La giacca smoking o il blazer di velluto a coste, di cotone, di ciniglia, o elasticizzato, è un capo unisex dal tessuto caldo ed elegante. I modelli di tendenza invernale 2022, puntano su forme morbide e regular da poter indossare in occasioni formali e non. Se volete essere eleganti, potete abbinarla con dei pantaloni flare, dal taglio dritto o a carota, dal tessuto semi-rigido o liscio; ma se si vuole smorzare l’effetto troppo serioso e formale, può essere abbinata con dei jeans o dei pantaloni a gamba larga.

Per quanto riguarda i colori, sono consigliati i colori neutri come il marrone o il nero, da abbinare con un dolcevita beige, bianco o ton sur ton, ma attenzione a non cascare nel total black, risultereste appena usciti da un film in bianco e nero: smorzate sempre con un accessorio o una scarpa colorata.

Blazer.jpg

Se invece preferite colori più accesi, il verde e il rosso sono i più in voga.

Velluto-rosso-verde.jpg

A livello psicologico il verde è associato all’armonia, all’equilibrio e alla speranza. Secondo la Psicologia del Colore, questa tinta agisce a livello del sistema nervoso calmando emicranie e patologie ai nervi, inoltre diffonde armonia e calma, ed è molto utile per chi soffre di ansia e depressione.

Chi predilige il verde tende ad avere opinioni chiare e decise, è una persona fiera ed equilibrata, che riesce a controllare gli stimoli esterni guardandoli dall’alto in modo distaccato, tale da controllarli e dirigerli; infatti il verde contribuisce alla ricerca di condizioni di vita migliori sia a livello di salute che pratiche.

Il rosso invece comunica calore ed energia, per questo è spesso associato all’amore, al fuoco e alla passione sotto tutte le suo forme. Scatena non solo il desiderio amoroso ma anche quello economico o del successo; e caratterizza la spinta all’azione verso un cambiamento trasmettendo sicurezza. Solitamente è indossato per lo più da chi vuole essere al centro dell’attenzione, infatti a livello psicologico, è associato alla forza, al potere e all’attività nervosa e vitale. Infine secondo la Cromoterapia, questa tinta ha la capacità di scatenare l’aumento del battito e l’innalzamento della pressione e sembra essere utile contro depressione, asma, tosse e impotenza.

3 - Il cardigan blu o giallo

Il cardigan è da sempre uno dei capi più comodi e utilizzati dalla generazione over 60 e non solo. Se indossato in tinta unita è facilmente abbinabile a qualsiasi colore neutro, ecco alcuni esempi di possibili abbinamenti.

cardigan.jpg

Se della tipologia jacquard, (tipica stampa caratterizzata da disegni complessi e spesso utilizzata per realizzare capi in lana adatti alle basse temperature) il cardigan ridà vitalità a un abbigliamento monotono caratterizzato da monocolori e tinte spente.

Pattern-cardigan_1.jpg

A livello psicologico il colore giallo trasmette felicità e buon umore, esso raffigura la parte intellettuale del cervello. Infatti secondo la Psicologia del Colore, essendo una tinta molto forte e luminoso, è indice di una personalità aperta, rilassata e potente. Inoltre scatena l’ottimismo e invoglia alla rinascita, infatti chi lo indossa tende a essere sempre propenso verso nuove ambizioni, ha una personalità forte e ama stare in mezzo alla gente.

Martedì, 07 Dicembre 2021